Logo Kataweb Logo Repubblica

Messaggi di coppia: dal primo appuntamento al matrimonio, ecco come cambiano

Dal primo appuntamento all'anniversario di matrimonio il modo di comunicare di una coppia cambia inevitabilmente, ma non per forza significa amarsi di meno

Succedeva in passato, quando per scrivere si usavano solo carta e penna, succede oggi con gli sms, le e-mail e le chat: pensieri profondi e frasi d’amore funzionano sempre per conquistare la dolce metà. Ma cosa succede dopo? Quando dal corteggiamento si passa al fidanzamento, e poi al matrimonio, come cambiano i messaggi tra e lei e lui? Alice Zhao, analista e blogger di A Dash of Data, ha confrontato tutti i messaggi scambiati con il suo attuale marito dal giorno del primo appuntamento.

La coppia si è conosciuta nell’ottobre 2008 e per festeggiare il primo anno da sposi il marito ha regalato ad Alice un foglio Word contenente tutti i loro messaggi dal loro primo incontro. Così per il sesto anniversario Alice ha deciso di ripetere lo stesso regalo, ma portandolo a un livello superiore, quasi maniacale. Da vera nerd, Alice non solo ha confrontato il contenuto dei messaggi, ma anche le parole più ripetute e il contesto in cui venivano utilizzate.

 .

Mentre il marito dal 2008 ad oggi è rimasto ossessionato dalla parola casa, Alice, quando aveva 20 anni, amava molto iniziare le conversazioni con hey, oggi invece la parola che usa di più è ok. Non si chiamano più per nome, così come non usano più con la stessa frequenza la parola amore.

 .

Casa e cena sono i termini che resistono di più, ma comunque in contesti differenti: se durante il corteggiamento gli inviti a cena erano frequenti, dopo il matrimonio i messaggi diventano per lo più di servizio della serie “ti aspetto a casa”.

 .

Non contenta, Alice ha calcolato anche quanto tempo, nel corso della giornata, dedicassero ai messaggi. Da fidanzati, non potendosi vedere tutti i giorni, passavano molte ore a scriversi, più o meno dalle tre del pomeriggio alle tre del mattino; mentre ora che sono una coppia sposata concentrano i messaggi prevalentemente nella mattina, quando essendo a lavoro non possono stare insieme.

 .

Anche il modo di pensare all’altro cambia con il tempo: da “vorrei parlarti anche quando non siamo insieme” a “mi passi a prendere dopo il lavoro?”.

 .

Insomma, con gli anni il rapporto cambia e insieme ad esso cambia anche il modo di comunicare con il proprio partner, ma questo non significa che l’amore diminuisca. Dopo tanti calcoli e grafici, la conclusione di Alice è inevitabilmente dettata dal cuore: “I nostri messaggi sono diventati più prevedibili solo perché le cose imprevedibili le diciamo di persona. Non abbiamo più bisogno di dirci ‘ti amo’ a distanza, ora possiamo farlo abbracciati nel cuore della notte”


Ti è piaciuto questo articolo?

Metti mi piace sulla nostra pagina Facebook per essere sempre aggiornato sui migliori contenuti da condividere e commentare con i tuoi amici

Vuoi ricevere il meglio di 3nz.it direttamente su Facebook?
Clicca qui
e inviaci un messaggio con scritto solo START. Qui tutti i dettagli del servizio

Short URL:
Tag:
amore
coppie
messaggi
tecnologia

Commenti

Footer