Logo Kataweb Logo Repubblica

E’ morto Muhammad Ali: le sue frasi indimenticabili

Pier Luigi Pisa

 .

Si era autoproclamato “il più grande”, il più forte di tutti. Muhammad Alì lo era sul serio, dentro e fuori dal ring. E’ stato nominato il più grande sportivo del secolo scorso, rifiutò di partire per il Vietnam e si convertì all’Islam, abbandonando il suo nome di battesimo: Cassius Clay. Se ne è andato a 74 anni, Alì, dopo una lunga battaglia contro il Parkinson. “Mi ritiro perché ci sono cose più piacevoli da fare che picchiare le persone”, disse quando lasciò la boxe nel 1981. Da allora, in effetti, si è contraddistinto per le sue azioni umanitarie. Il mondo perde un grande atleta ma soprattutto un grande uomo. E le farsi che seguono, le più memorabili pronunciate da Alì nel corso della sua vita, sono un testamento in grado di scuotere le coscienze di chiunque. Più dei suoi colpi formidabili.

“I am the greatest” – “Io sono il più grande”

“E’ difficile essere umili quando si è grandi come lo sono io”.

“Ho odiato ogni minuto dei miei allenamenti, ma mi sono detto: “Non
smettere, soffri ora e vivrai il resto della tua vita da campione””.

 .

“Impossibile è solo una grande parola messa in circolo da piccoli
uomini per cui è più facile vivere in un mondo dato piuttosto che
usare il potere che hanno per cambiarlo. Impossibile non è un fatto, è
un’opinione. Niente è impossibile”.

“Vorrei che le persone si amassero nel modo in cui amano me. Sarebbe
un mondo migliore”

“Ho fatto a botte con un coccodrillo, ho lottato con una balena, ho
ammanettato i lampi, sbattuto in galera i tuoni. L’altra settimana ho
ammazzato una roccia, ferito una pietra, spedito all’ospedale un
mattone. Io mando in tilt la medicina”.

 .
“E’ solo un lavoro. L’erba cresce, gli uccelli volano, le onde bagnano
la sabbia. E io picchio le persone”.

“Frazier è così brutto che dovrebbe donare la sua faccia all’Ufficio
americano per la fauna protetta”.

“Joe Frazier è così brutto che quando piange le lacrime fanno il giro
per nascondersi dietro la sua testa”.

“Se vi hanno colpito le dimissioni di Nixon, allora state a vedere
cosa succederà quando darò una batosta a Foreman”.

 .
“Se hai mai sognato di battermi faresti meglio a svegliarti e a chiedere scusa”.

“Non ho nessun motivo per uccidere qualcuno sul ring. A meno che non
se lo meriti”.

“Non sono le montagne ancora da scalare che ti logorano. E’ il
sassolino che hai nella scarpa”.

“Dentro un ring o fuori, non c’è niente di male nell’andare giù. E’
rimanere a terra che è sbagliato”.

“Cassius Clay è un nome da schiavo. Non l’ho scelto e non lo voglio.
Io sono Muhammad Ali, un nome libero che significa amato dal Signore,
e pretendo che le persone usino questo per rivolgersi a me”.

 .

“Non andrò ad azzuffarmi con un vietcong… Nessun vietcong mi ha mai
chiamato negro” – E’ la dichiarazione a supporto della sua decisione
di non rispondere alla chiamata alle armi da parte dell’esercito degli
Stati Uniti nel 1967.

“Io sono l’America. Sono quella parte che riconoscerete ma a cui siete
abituati: nero, presuntuoso, impertinente”.

“Non perderai mai se combatti per una causa. Io credo che i veri
perdenti siano quelli che non ne hanno a cuore nessuna”.

 .
“È la mancanza di fede che rende le persone paurose di accettare una
sfida, e io ho sempre avuto fede: infatti, credo in me”.

“I campioni non si fanno nelle palestre. I campioni si fanno con
qualcosa che hanno nel loro profondo: un desiderio, un sogno, una
visione”.

“L’uomo che a 50 anni guarda il mondo nello stesso modo in cui lo
vedeva a 20 ha buttato 30 anni della sua vita”.

“Mi ritiro perché ci sono cose più piacevoli da fare che picchiare le persone”.

Per chiudere, il docufilm su Ali, un capolavoro: Quando eravamo re


Ti è piaciuto questo articolo?

Metti mi piace sulla nostra pagina Facebook per essere sempre aggiornato sui migliori contenuti da condividere e commentare con i tuoi amici

Vuoi ricevere il meglio di 3nz.it direttamente su Facebook?
Clicca qui
e inviaci un messaggio con scritto solo START. Qui tutti i dettagli del servizio

Short URL:
Tag:
boxe
frasi
morte
muhammed alì
pugilato
ring

Commenti

Footer