Logo Kataweb Logo Repubblica

Il Lago che non c’è più. Le foto dallo Spazio

3nz.it

Una nuova serie di immagini satellitari rilasciate dalla Nasa mostra il graduale prosciugamento del Lago d’Aral negli ultimi 16 anni. La storia del bacino situato al confine tra Uzbekistan, Kazakistan e Turkmenistan è nota: negli anni Sessanta era classificato come il quarto del mondo per superficie, ma le politiche dell’Urss fecero deviare due dei suoi maggiori immissari –  il Syr Darya e l’Amu Darya – per convertire i terreni circostanti in agricoli. Da allora il Lago d’Aral, non più alimentato dai fiumi e situato in una zona arida, ha iniziato a scomparire. Nel 2014 il “lobo” orientale appariva già completamente prosciugato. Dal 2000 a oggi il cambiamento è evidente. (A cura di Martina Tartaglino)


Ti è piaciuto questo articolo?

Metti mi piace sulla nostra pagina Facebook per essere sempre aggiornato sui migliori contenuti da condividere e commentare con i tuoi amici

Vuoi ricevere il meglio di 3nz.it direttamente su Facebook?
Clicca qui
e inviaci un messaggio con scritto solo START. Qui tutti i dettagli del servizio

Short URL:
Tag:
ambiente
Lago di Aral
natura
uomo

Commenti

Footer