Logo Kataweb Logo Repubblica

Un futuro ”rosa”: la rivoluzione delle single ladies statunitensi

Più libere rispetto ai diktat sociali del matrimonio e della maternità, le donne statunitensi si sposano sempre meno. Ecco svelato il successo di libri e serie tv che hanno scelto di raccontare quella che sembra la rinascita di un movimento femminista

Flavia Cappadocia
 .
zoom

Il velo e la fede al dito presto non saranno più il sogno delle ragazzine statunitensi. Perché? La vita delle donne non inizia più con il matrimonio. Lo spiega l’editorialista del New York Times Rebecca Traister nel suo ultimo libro ”All the single ladies” (sì, lo stesso del singolo dei Beyoncè). Si tratta di un viaggio nella storia della vita sociale, economica e sessuale nel pianeta femminile delle donne Usa. Oggi solo il 50% delle donne del Paese è sposato. Una cifra che fa riflettere e che porta con sé un altro dato di fatto: la dicotomia single/sposata sta scomparendo e i principi organizzatori dell’esistenza delle donne non sono più il matrimonio e la gravidanza.

Il lavoro della giornalista non è una perla rara. Amazon ha appena prodotto una serie tv ”Good Girl Revolt”, ispirata all’omonimo romanzo di Lynn Povich che racconta la lotta di tre giovani giornaliste negli anni 60. Incaricate di svolgere ricerche per il News of Week, non possono scrivere articoli, un compito riservato solo ai colleghi uomini. Le protagoniste cercheranno dunque di ribellarsi a un mondo dominato dal pensiero maschile.

 .
zoom

Una scelta, quella operata dal gigante guidato da Jeff Bezos, che non sembra essere casuale in un’America dove le donne stanno riscoprendo sé stesse. Anche se la sconfitta di Hillary Clinton alle elezioni presidenziali potrebbe indurre a pensare il contrario. Non si scende in piazza per manifestare, perché il ‘nuovo’ femminismo, se così possiamo definirlo, viaggia sui social media e la tecnologia. Mentre la vita delle donne prende nuove strade. Che non contemplano più i fiori d’arancio e l’accudimento dei figli come unica, indissolubile identità femminile


Ti è piaciuto questo articolo?

Metti mi piace sulla nostra pagina Facebook per essere sempre aggiornato sui migliori contenuti da condividere e commentare con i tuoi amici

Vuoi ricevere il meglio di 3nz.it direttamente su Facebook?
Clicca qui
e inviaci un messaggio con scritto solo START. Qui tutti i dettagli del servizio

Short URL:

Commenti

Footer