Logo Kataweb Logo Repubblica

Una protesi all’anca per salvare la cerva azzoppata

3nz.it

Servirà un intervento di protesi all’anca per la giovane cerva recuperata nel maggio scorso a Oulx dagli agenti del servizio di tutela della fauna della Città Metropolitana di Torino durante un normale pattugliamento. Un’operazione necessaria a causa di una lesione congenita che avrebbe condannato a morte la cerva.

L’animale era stato portato al Canc di Grugliasco, il Centro Animali Non Convenzionali della Facoltà di Veterinaria dell’Università di Torino lo scorso maggio, dopo un primo intervento di resezione tendinea che, a causa di complicanze, ha avuto come esito finale l’amputazione di metà del metatarso.

Alla cerva verrà così posizionata una protesi, inizialmente provvisoria, che a sviluppo terminato verrà sostituita da una protesi definitiva. “La soluzione adottata – commenta la consigliera metropolitana Elisa Pirro, delegata alla fauna selvatica – non potrà restituire l’animale a una vita di completa libertà. Ma la protesi garantirà alla cerva un’ottima libertà di movimento in un ambiente protetto, migliorandone sensibilmente la qualità della vita”.


Ti è piaciuto questo articolo?

Metti mi piace sulla nostra pagina Facebook per essere sempre aggiornato sui migliori contenuti da condividere e commentare con i tuoi amici

Vuoi ricevere il meglio di 3nz.it direttamente su Facebook?
Clicca qui
e inviaci un messaggio con scritto solo START. Qui tutti i dettagli del servizio

Short URL:
Tag:
cervi
conservazione natura
natura
protesi
torino

Commenti

Footer